lunedì 22 giugno 2015

Falene

Una nuova ondata di sensibilità quasi mistica, quella sensazione ormai familiare ma sempre nuova di avere mille occhi e mille orecchie.
Oltre al fuoco nella notte precedente a quella del Solstizio, nel parco della villa che fu la dimora di Cecilia Gallerani, ho potuto constatare con più forza di altre volte, che seppure io non fossi per nulla "appariscente" esternamente, qualcosa dev'essere percepibile dalla gente intorno. 
Il giorno dopo io e Vic ci siamo svegliati tardi e nel primo pomeriggio abbiamo fatto un salto ad un bel mercatino svuota-soffitte che si tiene ogni terza domenica del mese in centro.
Qui abbiamo trovato piccoli tesori e gentilezze: una donna che vendeva vecchi oggetti ci ha fatto i complimenti per i nostri sorrisi "così solari", poco più in là un signore dagli occhi simpatici mi ha fatto 2 euro di sconto per una cornice annerita dal fuoco di chissà quale caminetto che mi piaceva molto, e un altro ci ha venduto una piccola volpe d'argento per poi regalarcene un' altra di metallo dorato.
La cornice ha un aria un pò  slava o scandinava, e credo che ci metterò l'effige di Kipu Nainen, o quella di "Vecchio Sasso", vedremo, mentre le due volpi hanno arricchito la mia piccola collezione, che prima o poi si spera approderà in una bacheca nonchè in un' altra casa!



Nel tardo pomeriggio sono tornata a casa in bicicletta dopo aver fatto l'amore, e il mondo mi è sembrato proprio un posto bellissimo.
Poi oggi all'improvviso, dopo 7 mesi sono nate sotto il mio sguardo stupito le falene cydia deshaisiana che per tutto questo tempo ho curato e custodito all'interno dei loro due semi, ed una cuginetta giramondo che non vedevo da tempo è venuta a trovarmi per qualche giorno.


domenica 21 giugno 2015

I fuochi fatui del Solstizio d'estate


Allego qualche foto da una serata magica che mi ha visto per una volta come parte attiva e focosa, e non solo come entusiasta fotografa, e riassumo il tutto con le parole di Mirko, uno degli amici che conosco da circa 15 anni ( pazzesco...cioè io sono così giovane!!!  ) ecco qui: 

" sapore in bocca al lunedì di petrolio+
carico scarico macchina+
sedute di trucco a cottimo+
bruciature e vesciche varie+
pungiglioni di vari insetti e forme striscianti+
petrolio in faccia come trucco +
frecce maledette+
ansia+
allestimenti da record con quintali di candele lanterne e chincaglierie varie+
cacca glitterata dai quintali di porporina assieme a letti vestiti macchina ecc ecc ecc ecc ecc ec ecc+
collaborazioni... aiuti lontani e vicini inaspettati +
falene piccole piccole che volano come grandi fatine in mezzo a molte persone+
punte dei piedi e spalle fiere anche nell' erba bagna e al buio+
corse al buio con abiti bagnati e pesanti+
gente nuova e gente vecchia+
la SETE+
la FAME+
il risultato di tutto questo ? sorriso e carica...
..si....siamo la Stultifera Navis...
 e forse qualche sogno nel cuore di chi si è fatto incantare "

Ringrazio Mirko ( o Ongia, o Mocio... ) per le parole che gli ho rubato da brava volpe, e anche Victor perchè le foto che state per vedere sono opera sua, dato che io ero impegnata con due piccoli globi di fuoco...























venerdì 12 giugno 2015

Piccolo riassunto di inizio estate


Campi di grano come oro che ondeggia al vento,
camomilla selvatica,
nuvoloni minacciosi,
qualche mercatino,
la luna rosa,
l'erba alta e i rami del vecchio pioppo,
qualche pensiero per la tesi, 
intrecci di lana e attese,
incontri interessanti,
mani sporche di colore,
lettere da e per la Sicilia,
voglia di partire.


sabato 30 maggio 2015

L' Opera Condivisa: foto dall' inaugurazione













L' OPERA CONDIVISA

In mostra dal 30 Maggio al 15 Giugno
Mar-Sab dalle 16 alle 19
Dom dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19
Fondazione San Domenico
Via Verdelli 6 
Crema
Ingresso libero

venerdì 29 maggio 2015

L' OPERA CONDIVISA: 10 anni di Terapeutica Artistica


"Essendo nel 2015 il decimo anno d’ attività formativa ed educativa che ci ha visto presenti in oltre 50 realtà che investono l’arte nel sociale , una Mostra rappresenta un momento di riflessione sulla ricerca artistica che si è consolidata nel Biennio. "

Ogni volta che nel percorso della Terapeutica Artistica abbiamo attivato nuovi progetti laboratoriali, strutturando atelier sperimentali nei diversi luoghi di cura come psichiatria, pediatria, oncologia, geriatria, patologia della gravidanza,carceri, scuola ecc la nostra ricerca si è riconosciuta in quella produzione artistica che abbiamo chiamato OPERA CONDIVISA per la particolarità di essere stata prodotta da tutti i partecipanti presenti nei luoghi d’intervento.


....Mancano ormai poche ore all'inaugurazione,
e anche i lavori del laboratorio in India hanno ormai il loro posto nella bellissima cornice della Fondazione San Domenico di Crema. 
Presto arriveranno le foto, ma se siete curiosi e non riuscite ad aspettare....non mancate!

venerdì 22 maggio 2015

Matite selvatiche

Questo post è per ringraziare il mio pesce di fuoco, che in questo preciso istante è alle prese con tartarughe giganti, isole, e gente con labbra bellissime ( ehssì hai ragione Eta, sono proprio le stesse...ho controllato!! ) 
La ringrazio perchè osservando e sentendo i suoi lavori mi sono aiutata a liberarmi un altro pò attraverso il segno e il colore, e non ho nessunissima intenzione di fermarmi, finchè non troverò un buon equilibrio tra la precisione da psicopatica e i contorni netti che contraddistinguono molti dei miei lavori, e la libertà estatica del pasticciare con grazia che mi fa tanto bene. Sono convinta che esiste un luogo spettacolare dove le due cose possono coesistere. Lo troverò.
Questo è un inizio assai maldestro, 
                e nel pubblicarlo mi faccio piccola
                                                                     piccola
                                                                                            piccola.....
                                                                                           ...come una particella di polvere
                                                                                             ....come un minuscolo batterio
                                                                                                ...e infine....
                                                                                                       ...sparisco!  
                                                                                    ٭ 


domenica 17 maggio 2015

Erbusco, sguardi felici


Quelli di chi mi dice:
"che bello essere finalmente dall'altra parte della corda"




...e i miei,
perchè sento di poter condividere parte delle mie profondità.
( In questo momento sono un mare di blu con al centro qualcosa di rosso vibrante ) 


- Illustrazione ipnotica di Jaime Zollars -